domenica 27 settembre 2015

Let's talk about tv series: DOCTOR WHO S09E02 ~ The Witch's Familiar

STAGIONI: 9
STATO: in corso
EMITTENTE: BBC
CAST: Peter Capaldi (Dodicesimo Dottore), Jenna Coleman (Clara Oswald), Michelle Gomez (Missy) [more]


I mirabolanti viaggi nel tempo e nello spazio di un uomo pazzo con una cabina blu, ovvero l'ultimo dei Time Lords, e dei suoi compagni di avventura.

Diciamolo subito, per un attimo ci abbiamo creduto tutti: il Dottore e Davros, il signore dei Dalek, che per una volta mettono da parte la loro inimicizia, solo due vecchi nemici che depongono le armi e osservano un tramonto. Tutto molto bello, emozionante anche, ma quanto poteva durare? Pochissimo, esatto.
Infatti l'agognata ricerca del Dottore da parte di Davros e il suo sibilante sottoposto non era dettata dalla necessità di riconciliarsi con la propria nemesi prima di morire ma non era altro che un piano per rigenerare i Dalek e il loro stesso creatore.
Il Dottore e il vecchio Dalek hanno giocato al gatto con il topo nel corso di questi due primi episodi che vanno considerati come un'unica lunga puntata, e spesso si sono scambiati i ruoli: se il Dottore per un momento ha preso le redini della situazione, rubando la sedia/dalek di Davros, potendo così muoversi liberamente sorseggiando del tè senza temere i mortiferi raggi dei nemici e offrendoci contemporaneamente una perfetta scena televisiva nerd/british, poi è stato il turno di Davros che in una scena degna del premio oscar ha provato a fare leva sulla migliore qualità del Dottore: la capacità di provare compassione. Il Dottore sembra cascarci in pieno arrivando a offrire al nemico di sempre, ormai troppo debole persino per osservare un tramonto, nientemeno che un po' della sua energia rigenerativa. Questa azione così compassionevole, appunto, fa storcere il naso a Missy, che con il suo sangue freddo a volte sembra avere più in comune con i Dalek che con i Time Lords. La Master e Clara infatti non sono rimaste con le mani in mano e si sono date da fare per salvare il Dottore, l'improbabile duo sembra funzionare bene, anche grazie alle buone interpretazioni di Michelle e Jenna, ma è sempre e comunque Clara quella pronta a rischiare il tutto e per tutto per aiutare l'amico, anche sostituirsi ad un Dalek all'interno della sua metallica scorza (per la seconda volta!), l'espediente non ci dà soltanto un'ulteriore prova del coraggio della ragazza ma ci offre la possibilità di studiare più da vicino la psicologia Dalek, mostrando letteralmente dall'interno cosa vuol dire essere senza cuore, emozioni e con una coscienza ormai totalmente spersonalizzata. 
Ma è sempre il Dottore a risolvere la situazione, il suo gesto compassionevole in realtà è la chiave per poter scappare via da Skaro, tutti illesi, con l'aiuto dei nuovissimi occhiali sonici (!) e soprattutto dopo aver liberato Clara dall'interno del dalek, nonostante tutti i tentativi di Missy di far fuori quella che considera una scomoda terza presenza nel suo rapporto di odio e amicizia con il Dottore. Ricomposta (letteralmente) la TARDIS, Il Dottore e la sua companion sono pronti per riprendere il volo, eppure, questo incontro/scontro con Davros e l'aver riconosciuto Clara/Dalek grazie all'utilizzo della parola "pietà", che dovrebbe essere sconosciuta ai mostri di latta, fanno capire al Dottore che c'è ancora qualcosa da fare, che bisogna aiutare quel Davros ancora ragazzino che, spaventato, urlava per il suo aiuto. La scena finale non è quindi solo la degna e giusta conclusione di questo piccolo segmento di stagione ma è la riconferma di tutti quei sani valori che rendono questo alieno, il personaggio più longevo della tv britannica, anche uno dei più amati. 
E la Master che abbiamo lasciato circondata dai Dalek? Non sappiamo cosa accadrà ma sicuramente la rivedremo nel corso di questa nona stagione, il rapporto con il Dottore è troppo particolare e interessante per concludersi così, ci toccherà aver pazienza. 
Questi due episodi di introduzione sfruttando ampiamente la maturità attoriale del suo interprete, uno straordinario Peter Capaldi, ci forniscono un personaggio che non è solo l'eccentrico che viaggia con la sua cabina blu, elemento forse più marcato nella precedente undicesima rigenerazione, ma lo carica di ulteriori sfumature caratteriali senza cadere nel banale e nello stucchevole. Peter e Jenna e insieme a loro i rispettivi personaggi, hanno fatto tesoro della loro prima stagione come dottore e companion e, checché se ne dica, qui si applaude alle scelte del diabolico Moffat, teniamo bene a mente che non è un'operazione semplice riuscire a raccontare sempre qualcosa di nuovo sfruttando una formula che va avanti da più di cinquant'anni, quanti sarebbero capaci di fare di meglio? 
SCENA PREFERITA: lo scontro tra "cervelli" tra il Dottore e Davros è sicuramente la parte più interessante e affascinante dell'episodio, due coscienze e punti di vista diametralmente opposti che sono tuttavia disposti a indossare l'uno i panni dell'altro pur di avere la meglio.
PERSONAGGIO PREFERITO: continuo ad ammirare Missy, non è il classico personaggio buono che non puoi non amare, anzi è tutto il contrario, ma i personaggi ambigui sono sempre i più interessanti, no? Sono sicura che potrà offrirci nuove dinamiche che avranno ripercussioni importanti nel corso degli episodi.

Nessun commento:

Posta un commento

E tu cosa ne pensi?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...