mercoledì 4 novembre 2015

The Best Of... Ottobre 2015


Inauguriamo anche questa nuova rubrica, qui parlerò dei libri, film, serie tv che mi sono piaciuti di più e che ho letto e visto nel mese appena trascorso, funzionerà come una specie di "oscar dei poracci", cioè ci saranno diverse categorie, tra cui i personaggi maschili e femminili preferiti ad esempio. Spero di riuscire a pubblicare la rubrica con regolarità ogni mese. Let's start!

LIBRI

Libro preferito: Treno di notte per Lisbona, inutile dilungarsi si trova tutto qui
Personaggio femminile preferito: Kiki van Beethoven, di "Quando penso che Beethoven è morto mentre tanti cretini ancora vivono..." di Eric-Emmanuel Schmitt. Adorabile e scontrosa vecchietta che riscopre l'amore per il compositore tedesco la cui musica l'aiuterà a riconsiderare non solo l'umanità ma anche a superare un doloroso lutto.
Personaggio maschile preferito: Amadeu Prado, protagonista (sarebbe meglio dire uno dei protagonisti) di "Treno di notte per Lisbona". Una delle mia crush letterarie più recenti. Affascinante, malinconico, colto, con un alto senso della giustizia e quell'animo tormentato che non guasta mai. Ovviamente è anche morto giovane e tragicamente.
Citazione preferita: sempre da Treno di notte per Lisbona, 
"Non vorrei vivere in un mondo senza cattedrali. Ho bisogno dello splendore delle loro vetrate, della loro fresca quiete, del loro imperioso silenzio. Ho bisogno del diluvio di suoni dell'organo e della sacra devozione degli esseri umani. Ho bisogno della sacralità delle parole, della sublimità della grande poesia. Ho bisogno di tutto questo. Ma ho bisogno parimenti della libertà e dell'avversione nei confronti di ogni forma di crudeltà. Perché l'una è niente senza l'altra. E nessuno si sogni di costringermi a scegliere."
Fumetto: Non ho letto fumetti questo mese, purtroppo.
Saggio/poesia: il St. Crispin's Day Speech dell'Enrico V di William Shakespeare che ho riletto con piacere per preparare il post dedicato ai 600 anni dalla battaglia di Agincourt (qui)

FILM

Film preferito (nuova visione): Crimson Peak (per maggiori dettagli qui)
Film preferito (visto e rivisto): non ho rivisto nulla, si è abbastanza sconvolgente.
Attrice preferita: Helen Mirren in "Woman in Gold", presto scriverò qualcosa su questo film ma posso già dire che la Mirren è stata fantastica! Secondo posto per Jessica Chastain in "Crimson Peak", splendida.
Attore preferito: Tom Hiddleston in "Crimson Peak", si mi piace vincere facile, i mille motivi per cui amo questo attore ve li risparmio.

TV

Serie preferita: Doctor Who, questa nona stagione mi sta dando tantissime soddisfazioni, Peter Capaldi sta dando vita ad un grande Dottore.
Mini serie preferita: Doctor Foster della BBC, non avrei dato due centesimi ad una serie che parla di tradimento eppure la bbc ci ha regalato l'ennesima miniserie di qualità, bravissima Suranne Jones nel ruolo di brava dottoressa e moglie tradita che saprà vendicarsi alla grande.
Attrice preferita: l'ho nominata giusto qualche riga prima, Suranne Jones è stata bravissima, misurata, spietata quando necessario, profondamente umana. Recitaziome sempre naturale e credibile.
Attore preferito: Matthew Goode in "Downton Abbey", il cuore e la carne sono deboli, nella settima puntata con quegli occhioni da cerbiatto ferito mi ha conquistata.
Momento preferito: ok, sembrerò cattiva ma quando in "Les Revenants" hanno fatto fuori il personaggio più antipatico della serie mi sono sentita sollevata, per non dire felice. Pierre è troppo bigotto, stupido e gretto per non essere odiato, oh!
Momento più commovente: dico soltanto che io piango come un vitello orfano a ogni puntata di Downton Abbey, non so nemmeno spiegare perché ma i buoni sentimenti a pacchi alla fine scalfiscono anche le anime più dure.

MOSTRE & EVENTI

Il 18 ottobre sono andata a vedere una mostra bellissima dal titolo piuttosto esplicativo "Capolavori che s'incontrano: Bellini, Caravaggio, Tiepolo e i Maestri delle pittura dal '400 al '700". 86 opere opere d’arte provenienti dalla Collezione della Banca Popolare di Vicenza, si trattava di quadri appartenenti alla scuola veneta e toscana dal '400 al '700, il percorso era ben delineato sia cronologicamente che per temi e consentiva anche al visitatore meno esperto di comprendere periodo storico e significati dietro ai dipinti. Tra i tanti pittori rappresentati, stupendi i dipinti di Caravaggio e Tintoretto. Utile anche il corredo di citazioni di filosofi, religiosi, scrittori e letterati. Luogo della mostra è il Palazzo Sant'Elia, palazzo cinque-settecentesco nel centro di Palermo, che ha aggiunto un tocco suggestivo alla visita.

4 commenti:

  1. Ti dirò che il Dottore di Capaldi piace tantissimo anche a me (io adoro Capaldi in generale, va detto: trovo che abbia una voce bellissima). Mi è anche piaciuto "Crimson Peak", Jessica Chastain è una Cattiva sensazionale. ^^

    Vado a spulciare i tuoi post, adesso. A presto!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie per il commento.
      Si Capaldi è bravissimo, che poi non sa fare solo l'attore serio ha anche dei tempi comici eccezionali (e in DW servono).

      Spulcia pure i post ;)

      Elimina
  2. A me questa rubrica piace tantissimo! (anche se "l'oscar dei poracci" mi aveva tratta in inganno, l'avevo letto col tono di Ottaviano ECCALLA'...ho capito il senso con tempismi diddici xD)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vabbè Ottaviano è sempre nei nostri cuori però in questo caso la poraccia sono io xD

      Elimina

E tu cosa ne pensi?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...